Architecture
Private Housing
Area: 800mq
Client: Private
Materials: Stone, Wood, Lime plaster, Cotto tiles
Services: Architectural design, Interior, design, Works supervision
Collaborators: Arch.Raffaella Negri - Geom. Diego Cavozzi - Ing. Ettore Valenti
Palazzo della Pretura
work in progress 2019

Intervento di risanamento conservativo su un edificio posto nel cuore del centro storico di Castell’Arquato ai piedi della rocca viscontea. Costruito ai primi del novecento secondo una architettura che si ispirava ad un gusto tardo neogotico, con inserimenti di elementi quali arcate a tutto sesto, a sesto acuto, merlature e cornici in cotto. Fino alla fine degli anni 80 è stato sede della pretura e degli uffici ad essa collegati, mentre nel 1994 è stato acquistato dall’attuale proprietario che dal 1995 al 2010 lo ha utilizzato come spazio espositivo per mostre di arte contemporanea.
Il progetto prevede un cambiamento di destinazione d’uso in quanto l’intervento permetterà di ricavare più unità abitative all’interno dell’edificio, distribuite sui tre piani. La volontà è quella di valorizzare gli aspetti architettonici mediante il restauro e il ripristino dei fronti esterni ed interni assicurando, tuttavia, l’inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dall’abitare moderno. Si decide quindi di accostarsi alla forte presenza stilistica dell’edificio tramite linee pulite ed essenziali, materiali semplici e di facile riconoscibilità rispetto a quelli esistenti. I fronti esterni restano i medesimi mentre all’interno sono inseriti nuovi materiali. La resina è utilizzata nei servizi igienici, il legno riveste tutte le superfici orizzontali, il vetro apre gli spazi, l’acciaio e il legno sono impiegati nei serramenti interni ed esterni.
Si crea così un ambiente che riconosce e distingue l’esistente dal nuovo, un rapporto sincero tra due visioni dell’architettura differenti, che permette di godere appieno di entrambi in un contesto dove la testimonianza storica è unica e fondamentale.




Municipal court Palazzo
work in progress 2019

An intervention of conservational restructure in a building located in the heart of the historical center of Castell’Arquato at the foot of the Visconti fortress. Built in the beginning of the 900’s with a style, which was inspired by a late gothic taste, with inserts of curved arched elements, pointed, castellated and terracotta framework. Up until the eighties it was the location of the municipal court and its connected offices but in 1994 it was purchased by the current owner who from 1995 until 2010 used it as an exhibition space for contemporary art shows.
The project includes a change of utilization since the intervention will permit the construction of several housing units inside the building, distributed on three floors.
The idea is to valorize the architectural aspects by restoring the exterior and interior however insuring the addition of accessories and installations necessary for modern living. Therefore it was decided to juxtapose on the strong stylistic presence of the building, a clean and essential line, using simple materials easily recognized in contrast to those existing. The external front remains the same but the interior has new materials inserted. Resin is used in the lavatories, wood covers all the horizontal surfaces, glass opens the spaces, and steel and wood are used in the internal and external doors and windows.
Thus an environment that recognizes and distinguishes the existing from the new is created, a sincere rapport between two different visions of architecture that allows us to completely appreciate both in a context where historical testimony is unique and fundamental